Quanto ne capite di energia?

È stato svolto un sondaggio tra gli italiani e il loro rapporto di conoscenza con l’energia.
I risultati sono sorprendenti! Proprio perché, la cosa più importante per capire e comparare correttamente le offerte dei gestori, è sapere quanto e come si consuma
Anche in vista della fine della Maggiore Tutela, quando i consumatori (fra un anno circa) saranno chiamati a scegliere (per decreto) un gestore del libero mercato. Con prezzi che verranno stabiliti proprio dal mercato e dalla concorrenza e non più regolati (per legge) dall’Autorità per l’energia.
Dal sondaggio pubblicato online da facile.it sembra che solo l’11% degli italiani conosca i propri consumi.
Questo significa che ben l’89% (e quindi nove su dieci) non sa minimamente il proprio consumo, né la propria spesa media.
Esaminando ancor meglio i dati, si scopre che siamo molto più attenti alla luce elettrica che al gas.

Va anche detto che fino a poco tempo non era così agevole comparare le offerte.
Adesso, invece, è tutto più semplice. Sotto il patrocinio dell’Autorità per l’energia, sul web c’è un nuovo portale, gestito da Acquirente unico: www.prezzoenergia.it
Gli utenti potranno, attraverso una semplice schermata, confrontare agevolmente le varie offerte presenti sul mercato.
Invitiamo tutti i consumatori a prendere visione di tariffe e offerte proprio perché con la chiusura della Maggiore Tutela, che protegge ancora la stragrande maggioranza degli italiani, ognuno di noi dovrà scegliere obbligatoriamente un gestore del Mercato Libero.Se qualcuno avesse dei dubbi o delle domande da fare, non resta che rivolgersi ad Antenore. È questa la Miglior Tutela: parlare direttamente con persone che sanno spiegare in maniera chiara e semplice i nuovi scenari con l’avvento totale del Mercato Libero, indicando con onestà la soluzione migliore e su misura per ciascuno di noi.

Più si conosce, maggiormente si evitano imbarazzi, raggiri e, soprattutto, bollette gonfiate!