Maggior tutela. Un mercato che scomparirà. Antenore, invece, vi darà sempre delle garanzie.

Il mercato definito di Maggior Tutela (si tratta della fornitura di energia a prezzi stabiliti dall’Authority), che doveva finire a metà del 2018, è stato prorogato fino al 1° luglio del 2019.
La Maggior Tutela riguarda ben 23 milioni di italiani che, prima o poi, dovranno passare al Mercato Libero.
«Ci dobbiamo muovere con grandissima prudenza perché il tema riguarda 23 milioni di consumatori. Dobbiamo essere sicuri che ci siano tut­te le garanzie, che non ci siano aumenti di prez­zi» queste le parole del ministro del­lo Sviluppo Carlo Calenda.
Le associazioni dei consumatori non sono pienamente soddisfatte per­ché avrebbero preferito il mantenimento del mercato tutelato.
Gli operatori, non sono parimenti soddisfatti perché parlano di occasione mancata e vedono invece nel mercato libero obbligatorio nuove opportunità.
Le ricerche ci dicono che il servizio di maggior tutela «rappresenta ancora la modalità di fornitura prevalente, pur in con­tinua diminuzione dal 2012 ed è scelto da oltre due terzi delle famiglie.
Il mercato per il gas è stato invece già liberalizzato in Italia nel 2003, quello per l’elettricità dal luglio 2007.
Da allora i consumatori sono completamente liberi di scegliere il fornitore.
Chi opta per il mercato libero, osserva uno studio di Nomisma Energia, è di solito un cliente attento non solo al risparmio, ma a tutte le novità che la tecnologia può offrire.
Per traghettare i consumatori verso il mercato libero l’Autorità per l’energia ha lanciato nel gennaio scorso la «Tutela simile» destinata ai clienti ancora in Maggior tutela (famiglie e piccole Imprese). È una tipologia di contratto di fornitura di elettricità che dura 12 mesi, non rinnovabile, e che si può stipulare solo via web (www.portaletutelasimile.lt). Alla scadenza il cliente può scegliere se rimanere con lo stesso fornitore, cambiarlo o tornare in maggior tutela fin quando sarà possibile.
La cosa migliore, è sempre quella di confrontare le offerte e cercare un rapporto chiaro e trasparente con l’operatore.
Solo così vi renderete conto delle vere differenze.
E solo così apprezzerete ancora di più Antenore Energia che ha fatto della chiarezza e della trasparenza la sua filosofia quotidiana.