Italiani risparmiatori

Il 2019 è appena iniziato, ma sembra che gli italiani lo stiano guardando con un certo, cauto ottimismo. Secondo l’ultimo Osservatorio Findomestic, condotto in collaborazione con Doxa, gli italiani prevedono di aumentare i propri risparmi, riuscendo ad accantonare qualcosa di più rispetto al precedente anno 2018.
Solo il 4% degli intervistati non prevede di mettere in atto attività di risparmio. In generale, però, c’è un grande desiderio di risparmiare con il 12% che punta ad accantonare fino al 5% del proprio reddito, il 21% che punta a risparmiare tra il 5% e il 10%, il 14% tra il 10 e il 20% e il 9% tra il 20 e il 30%.

Una delle voci da cui trarre un risparmio è sicuramente la bolletta.

In effetti, energia e gas hanno subito ultimamente dei fisiologici aumenti: chi ha avuto la peggio è la Maggior Tutela che ha visto la crescita del +4,7% del gas naturale e del +10% della luce.

Una famiglia “tipo” (potenza impegnata di 3 KW e un consumo annuo di 2900 kWh, uso Domestico, Residenti e distribuzione dei consumi per fasce pari al 40% in F1 e al 60% in F2/F3) può, tuttavia, arrivare a risparmiare più di 150 Euro all’anno.

Il discorso fatto con l’elettricità in casa può essere ripetuto anche per quanto riguarda il gas naturale. In questo caso, un cliente “tipo” (con consumo annuo 1410 m³) può risparmiare oltre 200 Euro all’anno scegliendo la tariffa più vantaggiosa.

Come si fa in concreto?
Uscendo dalla Maggior Tutela e scegliendo un partner affidabile e corretto.

Scegliete il partner più chiaro e trasparente, che sappia dialogare e spiegare la migliore soluzione, tenendo conto dell’andamento e delle esigenze dei consumi di chi ha di fronte.

È quello che Antenore fa ogni giorno.
Antenore vi parla direttamente e non attraverso i call center. Analizza la vostra bolletta e spiega con chiarezza e in modo comprensibile come va letta e dove e quanto si può risparmiare.

È giusto allora essere ottimisti per il nuovo anno. Con Antenore, vi torna il sorriso.